www.cafone.it

www.cafone.it

Riconoscere il cafone facile. Definirlo pi difficile.
Dire che il cafone un maleducato a largo spettro giusto, ma un po' troppo semplicistico

'O CAFONE

Dovunque esista un gruppo di persone:

che siano venti, oppure ventimila,

lo riconosci subito, il cafone.

Grida, schiamazza, non fa mai la fila;



quando ha fumato, butta il suo pacchetto

per terra: non ha regole, n leggi.

Davvero non lo sa, cos' il rispetto

per gli altri. E tu per questo non lo reggi.



Per il cafone pure commuovente:

lui, che del mondo intero se ne fotte,

vuole l'ammirazione della gente:

la sogna ad occhi aperti, giorno e notte.



Vuole piacer: vuole essere invidiato,

ma quanto a stile non capisce un'acca:

cos va in giro in abito griffato,

e profumato come una baldracca.



Il cafone, se ha i soldi, spende e spande:

se povero, ricorre all'usuraio.

S'impegnerebbe pure le mutande

per figurare: e questo un grosso guaio.



C' pure un'altra cosa che non va,

e che impedisce la sua "redenzione":

lui non s'accorge: proprio non lo sa,

quanto tremendamente sia cafone!

S-MAIL

Acquistare l'indirizzo s-mail iltuonome@cafone.it denota grande furbizia: chi d a se stesso (anche solo scherzosamente) del cafone mostra o grande autoironia, che fa sempre colpo, o, nel peggiore dei casi (la cafonaggine dietro l'angolo, e il cafone come il cretino: non sospetta nemmeno lontanamente di esserlo) denuncia una sorta di consapevolezza; che gi il primo passo verso la decafonizzazione. Se ti va, sempre su www.smail.it, puoi acquistare la s-mail iltuonome@aristocratico.it, senza dover sostenere alcun esame di bon ton. Se sei un vero cafone, ne sarai sicuramente entusiasta!